Scarsità e abbondanza: due mondi diversi generati da due modi di pensare diversi

A Natale ci si scambia regali, ma cosa regaliamo di solito? Cosa crediamo essere vero riguardo i regali?

E soprattutto che tipo di “risultato pratico” ha questo fatto?

Ogni volta che regalo qualcosa a qualcuno io ho qualcosa in meno e lui qualcosa in più… se una persona pensa questo sta automaticamente confermando alcuni assunti: le risorse sono limitate, le risorse non si creano, quindi al massimo ce le possiamo scambiare tra noi, ma saranno sempre quelle. Questo è il mondo della scarsità, il mondo dove non ti dico quello che so e non ti invito se tu non mi inviti (e così facendo non ci si invita mai!), il mondo dove la preoccupazione è quella di difendersi perché “la gente se può ti frega”.

Se invece penso che ogni volta che condivido, qualcosa allora sto creando valore per tutti automaticamente sto confermando altri presupposti: le risorse si creano con il contributo di tutti e partendo da quelle che si hanno, scambiare e condividere le nostre risorse accelera questo processo di miglioramento. Questo è il mondo dell’abbondanza, il mondo dove se ho una buona idea la condivido, ti invito perché mi fa piacere vederti come amico (e così facendo aumentano le probabilità che lo diventiamo veramente!) il mondo dove l’attenzione è dedicata a creare sempre più valore con gli altri.

Un esempio di questo lo vedi qui: primo meeting dei trainer indipendenti.

Nel momento nel quale DECIDIAMO di vivere una certa realtà quello che facciamo è CREARLA.

Quindi una buona domanda ora è: in un mondo di abbondanza come mi relaziono con quella persona? O con quella situazione?

E poi agisci di conseguenza…

…e non ti meravigliare se le cose che succedono superano ogni più rosea aspettativa 😉

GODITELA! Te lo sei meritato!