Qual è il contrario di dare per scontato (in azienda)?

Quando parte un team coaching aziendale, nella giornata dello start up, nella quale si riflette insieme su cosa ha funzionato di più, e cosa ha funzionato di meno, uno degli atteggiamenti che si scopre regolarmente essere tra le aree di miglioramento della squadra è l’abitudine di dare per scontato le cose.

 

Ad esempio dare per scontato che il mio collega sapesse della riunione (e poi scoprire che quel giorno è a Milano) o dare per scontato che il cliente sapesse delle modifiche fatte (e invece è ancora arrabbiato perché nessuno l’ha chiamato) o dare per scontato che il mio capo sia d’accordo su una certa procedura (per scoprire che mi tocca rifarla all’ultimo momento) la lista potrebbe essere ancora lunga.

 

Ma, per uscire da questo intoppo cosa serve fare? Il contrario di dare per scontato!

 

Quindi: niente sconti! Tutto valore! Diamo valore pieno alle relazioni, alle comunicazioni, alle persone con cui interagiamo quotidianamente.

 

Se dal progetto di cui ti stai occupando dipendesse la tua vita, faresti sconti? O ti fermeresti ogni tanto a verificare che tutti siano allineati e informati adeguatamente?

 

Dare valore invece che dare per scontato funziona proprio così: fermarci ogni tanto, uscire dal “frullatore quotidiano” di attività, e verificare che tutto sia ok, agendo poi di conseguenza per sistemare eventuali mancanze di comunicazione, di relazione…

 

Lo so, non c’è tempo!

 

Questa è la scusa ufficiale, quindi possiamo continuare a fare quello che facciamo, evitando di investire tempo per dare valore, per non dare per scontato. Ma questo atteggiamento produce invariabilmente costi e sprechi, quindi, se è vero che adesso risparmio qualche minuto nel non verificare, nel non dare valore, su qualcuna di queste attività mi troverò a generare errori i cui costi non si misurano più in minuti, ma in ore, se non giorni!

 

Non succede sempre che dando per scontato si generino costi, ma basta succeda una volta su 10 e il danno causato supera ampiamente l’investimento necessario per creare questa abitudine, senza parlare di cosa significa, dal punto di vista emotivo, la gestione dell’errore.

 

Abituarsi ad investire in un sano controllo, a dare valore prima di tutto al nostro lavoro, e alle relazioni con le altre persone, è un modo sano di vivere l’attività lavorativa, credo che generi benessere per noi e per le persone che lavorano con noi.

 

Non ci credere perché l’ho detto io, metti alla prova il metodo, fermati ogni tanto a verificare se stai dando per scontato qualcosa e dai valore al tuo lavoro!

 

…e buon divertimento!

 

Articoli collegati: coaching aziendale

Percorsi collegati: team coaching in azienda

Libri collegati: coaching aziendale