Postura che hai pensieri che fai!

Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.27 del 14 luglio 2014.

Ciao!

Come sta andando la tua nuova ginnastica? Hai scoperto che a volte quando siamo stanchi conta di più fare 50 saltelli respirando a pieni polmoni che non prendere un caffè?

Oggi vediamo come condizioniamo i nostri pensieri con la postura che abbiamo.

Il punto è che abbiamo molte più risorse di quelle di cui siamo consapevoli, e se il nostro corpo ci aiuta, diventa più facile attivare anche le risorse che ignoriamo di avere.

Supponiamo che tu debba parlare in pubblico, o fare una relazione ad una riunione, e tu non sia molto a tuo agio, secondo te sarai in grado di fare meglio se ti proporrai al tuo pubblico con la schiena curva, le spalle chiuse, la testa bassa o se ti metterai in una postura con schiena diritta, spalle aperte, testa alta?

Ogni postura trasmette al nostro cervello qualcosa, se non ci credi fai la prova, mettiti con la schiena curva e le braccia chiuse, a pensare di parlare ad un pubblico e poi fai lo stesso esercizio con la schiena diritta e le braccia aperte.

Noti la differenza?

self-esteem

Se vogliamo sentirci sicuri è meglio che ci mettiamo in una postura che per noi trasmette sicurezza, se vogliamo sentirci simpatici meglio una postura simpatica… diciamo che c’è una postura più indicata per ogni tipo di emozione che vogliamo vivere.

È un po’ come sintonizzarci con le persone che hanno le qualità che servono a noi in quel momento.

La prossima volta che devi affrontare una situazione difficile pensa a come l’affronterebbe qualcuno che sai essere molto abile in quel contesto, ma non limitarti a pensare a cosa direbbe, aiutati con il corpo, sintonizzati con la sua postura.

Se vuoi sentirti più sicuro, pensa ad una persona piena di sicurezza e entra nella sua postura… anche la postura è un’abitudine funzionale che possiamo prendere!

Giorno dopo giorno, momento dopo momento…

Pensa positivo… e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ciao! Alla prossima!

Ascolta la traccia audio

Obiettivi Ecologici

Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.22 del 7 luglio 2014.

Ciao!

Allora abbiamo parlato di obiettivi e di come definire al meglio i tuoi obiettivi per renderli più facilmente realizzabili…

Abbiamo visto come renderli specifici, misurabili, attraenti, raggiungibili, tempificati… tutto pronto?
Ti piace il tuo obiettivo così?

Manca un ultimo passaggio, un dettaglio …non proprio così trascurabile. Infatti a volte pensiamo che raggiungere l’obiettivo abbia un valore assoluto, infatti si dice “lo voglio a qualunque costo!”…

Qualunque costo? Hai pensato bene a cosa vuole dire? Sei disposto a farti venire un infarto pur di riuscire nel lavoro?
O sei disposto a sfasciare la tua famiglia pur di ottenere il tuo successo personale?
O sei disposto a spremere come limoni tutti i componenti del tuo team per raggiungere il risultato, anche se poi questo significherà che non avrai più una squadra per l’anno prossimo?

Un parametro che spesso dimentichiamo nel definire l’obiettivo è la sostenibilità, l’ecologia dell’obiettivo stesso. In sostanza mi devo chiedere: “Il percorso per raggiungere questo obiettivo è buono per me e le persone intorno a me?”.

Obiettivo ecologico

Come scrivo nel mio libro “Coaching Aziendale”

il prezzo che siamo disposti a pagare per raggiungere un obiettivo definisce le caratteristiche dell’obiettivo stesso.

Questo vuole dire che se non sai vedere quanto costa, e cosa ti costa, raggiungere una meta, può darsi che ti trovi nell’antipatica situazione di aver centrato il tuo obiettivo, ma di aver perso lungo la strada cose ben più importanti del valore dell’obiettivo stesso.

Guardiamoci intorno e vediamo se il modo nel quale portiamo avanti il raggiungimento dei nostri obiettivi è compatibile con la loro sostenibilità. Chiediamoci se il sacrificio che stiamo imponendo a noi stessi e alle persone intorno a noi è qualcosa di sano, che vale la pena di essere vissuto fino in fondo o se forse è meglio ritarare il nostro obiettivo.

In questo modo potremo partire con una maggior consapevolezza del valore del nostro obiettivo e anche delle modalità per raggiungerlo che ci siamo dati, diventando sempre più efficaci nel raggiungerlo!

Pensa positivo… e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ciao! Alla prossima!

Ascolta la traccia audio

Obiettivi o buone intenzioni?

Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.17 del 30 giugno 2014.

Abbiamo visto nelle altre puntate che per realizzare i nostri sogni dobbiamo saper osare, abbiamo anche detto che il sogno non sappiamo se lo realizzeremo mai, ma quello che possiamo sapere è se lo stiamo vivendo, nel senso di sentirci dentro il nostro sogno, di sentirci sulla strada che ci porterà dove desideriamo veramente essere.

Quello che ancora non abbiamo detto che per essere realizzato un sogno ha bisogno di essere trasformato in obiettivo, al punto che c’è chi dice che un obiettivo è un sogno con una scadenza.

Fantastico: ora cominciamo a capire come si fissa un obiettivo per poterlo raggiungere.

Anzi cominceremo a capire che cos’è un obiettivo e cosa non è un obiettivo.

Target

Ad esempio se dicessi: “voglio dimagrire”. Secondo te è un obiettivo?
A volte qualcuno mi risponde scherzando che “è un’illusione!”, in realtà “voglio dimagrire” non è un obiettivo, al massimo è una buona intenzione…

E le buone intenzioni non fanno la differenza!

Cosa distingue un obiettivo da una buona intenzione? In pnl diciamo che un obiettivo per essere tale deve essere ben formato, o ben posto. In sostanza vi sono delle caratteristiche che devo verificare affinché possa ritenere il mio un obiettivo ben posto.

Vediamo la prima: un obiettivo deve essere specifico.

Specifico vuol dire ben definito, “voglio dimagrire” non è specifico, in quanto se non definisco quanto voglio dimagrire anche un etto di differenza mi farebbe raggiungere teoricamente il mio obiettivo.

Voglio dimagrire 10 kg è un obiettivo specifico. “Voglio guadagnare di più” non è un obiettivo specifico, “voglio guadagnare 10.000 euro in più è un obiettivo specifico.
Se non siamo specifici il nostro cervello non capisce bene cosa dobbiamo fare, e non ci aiuta a farlo…

Pensa positivo… e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ciao! Alla prossima!

Ascolta la traccia audio

Nota la tua forza

Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.11 del 20 giugno 2014.

Le decisioni che prendiamo determinano il destino che vivremo.
Ogni decisione che prendiamo, ogni scelta che diventa azione creerà il nostro futuro.

Mi piace il detto “il modo migliore per prevedere il proprio destino è CREARLO”, quando accettiamo la responsabilità sulla nostra vita, quando smettiamo di lamentarci e cominciamo a darci da fare, allora stiamo CREANDO il nostro destino.

C’è una sequenza che porta esattamente lì: “Semina pensieri e mieterai azioni, semina azioni e mieterai abitudini, semina abitudini e mieterai un destino”.

10256801_10203560358318917_6316793361571201184_n

Abbiamo già visto che siamo dominati dalle abitudini, il nostro cervello, con l’intento di semplificarci la vita, replica incessantemente gli stessi schemi, fino ad arrivare a non vedere altre possibilità.

Le abitudini quindi sono inevitabili per ogni umano, il punto è abituarsi bene.

Hai mai notato come i risultati migliori che ottieni siano figli di un’abitudine che ti consente di fare le cose a un livello di eccellenza, ma queste abitudini sono figlie di una decisione che ha portato ad un’azione.

Ripensa a quali “buone abitudini” hai avuto la capacità di prendere nella vita e ora pensa a quali decisione puoi prendere adesso riguardo a qualche altra situazione che vuoi modificare, poi DECIDI UN’AZIONE e COMPILA.

Decidi una cosa che per te ha un significato, non importa se ti sembra una piccola cosa, decidi che la farai e poi falla il prima possibile, se puoi, falla adesso! SUBITO.

Comincia a prendere l’abitudine di DECIDERE quello che VUOI, di FARE quello che hai DECISO, e ricordati quante cose buone ti ha portato in passato e quante ancora ti potrà portare in futuro.

Pensa positivo …e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ascolta la traccia audio