Linguaggio e medici

Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.36 del 28 luglio 2014.

Rimango sempre basito da come molti medici spesso usino le parole finendo per rovinare buona parte di quello che hanno costruito di buono con la loro professionalità…

Si sa ormai che quando una persona è giù di morale ha un abbassamento istantaneo delle difese immunitarie, quindi è più esposto a beccarsi malattie, infezioni ecc…

Una mia amica anni fa doveva fare un’operazione, era un’operazione delicata, non si sapeva ancora bene che cosa avesse, e lei temeva di avere un tumore, era spaventata e sconsolata, quindi sono stato a parlare con lei, e dopo un po’ abbiamo anche riso e scherzato e mi ha confessato che erano giorni che non riusciva più a ridere…

Per forza, erano giorni che invece di dormire passava il tempo a chiedersi “devo morire?”…

Però abbiamo parlato, abbiamo capito che il fatto che potesse essere un tumore non voleva dire che lo fosse, che comunque l’operazione avrebbe dato una grossa mano e che poi poteva fare anche altre cure che l’avrebbero messa in forma.

Fatto sta che la lascio sorridente e serena, dopo due giorni doveva essere operata, e avevamo anche notato che gli indicatori delle cellule tumorali erano bassi.

Mi ha chiamato il giorno dopo, di nuovo cupa e triste, dicendo che il medico le aveva detto che l’esame delle cellule tumorali non era motivo sufficiente per stare tranquilla!!

Ora, capisco fare della pressione psicologica se devi convincere una persona ad operarsi, ma visto che comunque si sarebbe operata il giorno dopo, non era forse meglio rassicurarla, dirle che gli esami erano buoni, che le cose sarebbero andate al meglio…

A volte preparare le persone al peggio serve solo a non metterle nella condizione di fare il loro meglio!

Quante volte usiamo le parole con leggerezza, senza ricordarci che le parole possono dare speranza o disperazione, possibilità o perdita.

Ascolta attentamente le parole che usi e nota che tipo di messaggio stai mandando, potrai fare la differenza per te e per gli altri!

Pensa positivo… e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ciao! Alla prossima!

Ascolta la traccia audio

Non è spontaneo!

Estratto della trasmissione su radio RCB  “Pensa positivo e mettilo in pratica”

Puntata n.31 del 21 luglio 2014.

Ciao!

Come è andata nel nuovo uso del tuo corpo?
Sorridere quando siamo nei guai, o assumere posture sicure quando ci sentiamo insicuri, o respirare profondamente e lentamente quando siamo agitati…

Qualcuno lo ha fatto e ha già tratto il vantaggio immediato di queste pratiche, qualcuno non lo ha fatto, e ha giustificato la propria scelta di non agire dicendo: “non è spontaneo!”.
spontaneita

Ebbene sì, non è spontaneo, non è quello che facciamo già, anche perché se già lo fosse non ci servirebbe a niente impararlo, lo sapremmo già fare!

Ma cosa vuole dire spontaneo? Perché ogni tanto ci poniamo questo limite della spontaneità e ogni tanto invece ce ne freghiamo bellamente?

È spontaneo mangiare con la forchetta? O abbiamo imparato? È spontaneo chiedere per favore le cose? O ci è stato insegnato a farlo (e qualcuno ancora sta imparando). È spontaneo attraversare sulle strisce, masticare con la bocca chiusa, tenere la destra quando guidiamo…

Molte delle cose che oggi ci vengono più o meno spontanee una volta non lo erano, ed in altre culture non lo sono proprio (ad esempio se guidi tenendo la destra in Inghilterra o in Giappone rischi di farti molto male…)

Quindi ciò che diciamo essere “naturale” e “spontaneo” in realtà dipende da forti condizionamenti e faremmo meglio a chiamarlo semplicemente “abitudine acquisita”.

Il punto non è se qualcosa lo sentiamo come spontaneo o no, il punto è se quel comportamento ci aiuta a vivere meglio o no.

Quando ci togliamo l’alibi di fare cose “non buone” in quanto “non spontanee” allora possiamo allenarci con più dedizione a qualcosa che all’inizio è difficile, facendolo diventare sempre più facile, sempre più spontaneo e automatico, migliorando la qualità della nostra vita.

Pensa positivo… e mettilo in pratica!
…godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!

Ciao! Alla prossima!

Ascolta la traccia audio