La consapevolezza

Dopo responsabilità e proattività il terzo parametro che è stato individuato essere tipico delle persone felici è l’acutezza sensoriale, a me piace di più chiamarla consapevolezza, fatto sta che riguarda la capacità di notare cosa succede dentro e fuori di noi.

Un giorno un mio amico che non sopportava suo padre mi ha detto che era completamente diverso da lui… non si assomigliavano minimamente, proprio perchpé lui non poteva sopportarlo nel suo modo di fare, di pensare, di essere…

Fatto sta che il mio amico è abituato a fare un gesto piuttosto particolare portandosi il coltello alla bocca quando mangia, gesto per il quale io l’ho sempre preso in giro.
In uno dei rarissimi giorni in cui lui ha pranzato con suo padre io sono stato invitato, e sono rimasto di stucco quando ho visto il padre fare esattamente lo stesso gesto con il coltello.

Quando gliel’ho detto quasi non mi credeva, ma la cosa interessante è che semplicemente lui non ne era consapevole, non riusciva a vedere quel comportamento, anche se, vi garantisco è piuttosto evidente e particolare.

Ti prendi del tempo per ascoltarti?

Cosa voglio dire? Semplicemente che siamo spesso distratti da tante cose, e stiamo veramente attenti a poche. Non siamo abituati a osservare cosa succede intorno a noi, men che meno dentro di noi. Siamo magari in grado di descrivere tutto sulle ultime crisi di governo o sugli ultimi scandali calcistici, ma non spesso non sappiamo quasi niente su ciò che succede dentro di noi, o sull’umore delle persone con cui passiamo più tempo.

La cattiva notizia è che vivendo con così poca attenzione a come stiamo noi e a come stanno le persone intorno a noi rischiamo di non goderci al massimo la vita, la buona notizia è che questa attenzione, questa consapevolezza si può imparare.

Consapevolezza e ascolto

Ascolta e sviluppa l’intuito!

L’altro giorno nella tisana che ho bevuto c’era scritto: “Ascolta e sviluppa l’intuito”. Ecco, credo che un fantastico dono sia quello di ascoltare, e per imparare ad ascoltare l’esercizio migliore è quello… di ascoltare!

Puoi cominciare subito, se sei hai persone intorno a te, nota cosa stanno facendo, osserva le loro espressioni, i loro gesti, ascolta le loro parole, e semplicemente cogli, senza giudizio, quello che ti trasmettono.

Se invece non hai nessuno intorno, allora è ancora più interessante: ascolta cosa c’è dentro di te, nota le tue sensazioni, i tuoi pensieri, senza giudizio, semplicemente osserva e ascolta.

Sapere cosa succede dentro e intorno a noi è un buon punto di partenza per interagire al meglio ed essere più felici


Pensa positivo… e mettilo in pratica!
Godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!
Ciao! Al prossimo martedì!


Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”.
Puntata n.162 del 16 Febbraio 2015


Ascolta la traccia audio della puntata qui sotto: