Quando la fatica supera il gusto

Quando la fatica supera il gusto

Abbiamo detto che possiamo farci sempre la domanda: “Ho fatto tutto quello che valeva la pena fare per cambiare questa cosa?”.

Abbiamo detto che se la risposta fosse stata “no” allora potevo fare qualcos’altro, ma se la risposta invece fosse “sì”, se sentissi di aver fatto tutto quello che era in mio potere per cambiare le cose, ma non fossi riuscito a raggiungere il mio obiettivo?

Tommaso Moro diceva: “Signore dammi la forza per cambiare ciò che posso cambiare, la pazienza per accettare quello che non posso cambiare e la saggezza per distinguere tra le due”.

Quando la fatica supera il gusto

Sicuro che valga la pena insistere?

Ecco, credo che questo sia il caso nel quale mettere in pratica questo insegnamento: se hai fatto tutto quello che ritenevi valesse la pena fare, vuol dire che a questo punto raggiungere l’obiettivo vale meno della fatica di raggiungerlo. Lo sanno tutti, quando la fatica supera il gusto… è il momento di lasciare stare!

Se hai un amico che non ti restituisce il libro che gli hai prestato nemmeno sotto tortura, è chiaro che lo potresti minacciare con una pistola per fartelo restituire, ma il costo di quest’atto è evidentemente maggiore del valore del libro stesso.

Quindi una volta che capisci che hai fatto tutto quello che aveva senso fare, la cosa migliore è farsene una ragione, e come si fa a fare questa cosa?

Come capire quando è abbastanza?

La programmazione neuro linguistica ci aiuta con molti strumenti specifici per cambiare le convinzioni, in generale però possiamo dire che c’è una convinzione particolarmente funzionale per riuscire ad accettare qualcosa che non ci piace proprio ed è pensare che se le cose non vanno come desideriamo allora non è detto che non vadano al meglio per noi.

Lo so che non è facile, specie quando è un’idea a cui tenevamo molto, ma non ti è mai successo di cambiare idea e accorgerti che per tanti anni hai avuto l’idea opposta e ora non riesci nemmeno a capire come mai non vedessi le cose come fai in questo momento…

Quando cambiamo punto di vista le cose che sembravano impossibili diventano possibili anzi, naturali, allora perché aspettare, se il nostro punto di vista ci impedisce di cogliere un risultato che desideriamo o di accettare qualcosa che decidiamo di non poter più cambiare?

Forse se le cose andassero diversamente da come desideri potrebbero andare anche meglio per te…


Pensa positivoe mettilo in pratica!
Godendoti ogni passo del tuo viaggio di miglioramento personale!
Ciao! Al prossimo martedì!


Estratto della trasmissione su radio RCB “Pensa positivo e mettilo in pratica”.
Puntata n.165 del 19 Febbraio 2015