Come migliorare il tuo mondo

Come rendere migliore il tuo mondo

Ti piace il mondo in cui vivi?

È abbastanza piacevole, confortevole, accogliente? Ma soprattutto se così non fosse, ti piacerebbe renderlo più piacevole in poco tempo e senza nessun costo?

No, non è lo spot di un fantastico prodotto da acquistare da fuori, in realtà può essere lo spot di un prodotto che puoi acquisire solo da dentro! Sì, da dentro di te, perché solo da dentro di te possono venire le risorse per rendere il tuo mondo sempre più simile a come lo vuoi tu.

La programmazione neuro linguistica ha solo messo ordine e reso facilmente replicabile un processo mentale che fanno tutte le persone che si godono la vita, che sanno stare bene esattamente nella stessa situazione in cui la persona di fianco invece sbuffa continuamente e si lamenta!

Il passaggio è immediato e, superata l’inerzia iniziale, diventa automatico.

Certo che c’è un’inerzia, siamo talmente bombardati da notizie negative, tristi, anche violente o avvilenti, che il nostro automatismo è diventato chiuderci e lamentarci di quello che non va: in effetti, se vedo solo le cose che non vanno è normale lamentarsi.

Ma adesso stacca un secondo, ti basta un secondo, e guardati attorno, e appena noti qualcosa che ti piace, che sia una persona, un paesaggio, un lavoro da fare, o anche questa stessa trasmissione radio, porta l’attenzione lì. Portare l’attenzione su quella cosa significa prima di tutto notarla, osservarla, dargli valore.

Inizia a notare il buono che ti circonda

È vero che c’è la crisi, ci sono gli attacchi terroristici, la politica corrotta, ma ci sono anche le cose belle, e se vuoi vivere in un mondo migliore puoi cominciare a notare le cose belle che già ci sono, per avere la forza di renderle sempre più belle, altrimenti ci appiattiremo a lamentarci, ma questo non porterà a niente di buono per nessuno.

Quindi nota cosa ti piace e cosa ti fa stare bene, poi amplificalo, mettilo in evidenza, pensaci spesso.

Perché mi devo ricordare venti volte al giorno degli attacchi terroristici o della crisi e non pensare mai a ciò che mi piace? Cos’è, si risolve prima la crisi se ci penso?

Se invece attribuisco potere alle cose belle che già ci sono, al mondo che già mi piace, avrò più energia ed entusiasmo per renderlo sempre più bello.

Amplifica ciò che ti piace

Abituati ad amplificare quello che ti piace e a lasciar perdere il resto se non ci puoi fare nulla.

Se ti piace questo articolo per esempio, scrivimi un commento qui sotto o metti un Like, ogni tanto è bello condividere il proprio apprezzamento sul lavoro altrui, funge da ottimo incoraggiamento😉

Comincia da ora a prendere l’abitudine di amplificare quello che ti piace e lasciare perdere il resto.

Anche questo significa pensare positivo… e metterlo in pratica!


Se ancora hai dei dubbi puoi leggere “Perché pensare positivo“?