Persone sintoniche vs Persone distoniche

Persone sintoniche vs distoniche

Sei una persona sintonica? O una persona distonica?

Tendi a trovare tutte le uguaglianze all’interno di un gruppo o piuttosto noti le differenze?

I sintonici sono persone da team, da compagnia, sono quelli che dicono: “Andiamo tutti insieme, più siamo e più ci divertiamo!”. I distonici invece tendono a selezionare, a volersi distinguere, gli piace ciò che è unico, senza precedenti.

Le persone “sintoniche”

I sintonici sono più concentrati su quello che funziona, tipicamente ignorano i problemi superandoli con allegria e spirito di squadra.

Il sintonico dice:

Facciamo così perché così facciamo tutti uguale.

Il sintonico ama sviluppare ciò che conosce già.

Le persone “distoniche”

Il distonico puro è un tecnico molto preciso il quale, osservando un disegno pieno di dettagli riesce subito a individuare il particolare che non funziona.

Lui ha una sensibilità per quello che non funziona e un’immediata diffidenza per ciò che fanno gli altri.

Il distonico dice:

Visto che tutti hanno fatto così, noi facciamo diverso, per distinguerci.

Il distonico ama cambiare e stravolgere quello che fanno tutti.

Come motivare queste persone

Se vuoi motivare un sintonico digli che quello che gli proponi è un’evoluzione di ciò che già si fa, digli che lo faremo insieme, se vuoi motivare un distonico… ho una storiellina che mi è capitata qualche anno fa.

Ero con un gruppo di persone, tra cui un mio amico tipicamente distonico, ed eravamo riusciti faticosamente, dopo tre tentativi, a trovare un posto dove mangiare al mare, fuori stagione e anche abbastanza fuori orario.

Si stavano sedendo tutti a tavola, io volevo che stesse anche lui con noi, ma lui tentennava, in preda a un accesso di distonia totale…
Gli ho detto: “Massimo, siediti, che fai lì in piedi?”.
Lui mi guarda un po’ di traverso e dice: “Non vorrete mica mangiare qui? Hai visto che razza di arredamento c’è dentro?”.

Io ho capito la situazione e allora, per farlo rimanere gli ho detto: “Mmmh, forse hai ragione, forse non dovresti mangiare anche tu qui con noi…”.

Come ha sentito questa frase la sua distonia gli ha fatto dire subito: “E perché?” e si è immediatamente seduto.

A volte li chiamano i “bastian contrario”, è facile avere a che fare con loro, spesso molto facile, basta proporgli esattamente l’opposto di quello che vuoi che facciano


Scopri il mio corso base di PNL!