Quanto impegno hai messo per cambiare le cose?

Uomo che si lamenta

Ieri parlavamo di formazione con un amico e lui a un certo punto mi ha detto: “Eh, bello questo concetto, in effetti fa proprio la differenza, io avevo anche un libro in cui è spiegato molto bene, ma purtroppo il libro l’ho prestato e non me lo hanno più restituito…”

Allora io gli ho chiesto:

“Tu cos’hai fatto per fartelo restituire?”.

“No ma sai, certe persone sono fatte così, non sono affidabili, non si ricordano…”

“Ok, capisco” gli ho risposto “ma ti avevo chiesto cos’hai fatto per fartelo restituire, se il libro è tuo, ci tieni, e glielo hai prestato, la cosa prevede che te lo restituiscano, o anche che tu te lo faccia restituire”.

“No, ma dai, è che certe cose o le capisci o non le capisci”.

Mi ha detto lui sconsolato.

“Insomma Luigi, hai fatto niente per farti restituire quel libro o no?”.

La risposta non è difficile da indovinare, Luigi (che poi non si chiama Luigi) non ha fatto niente per ottenere quello che voleva, e sai perché? Perché in questo caso il piacere di avere qualcosa di cui lamentarsi supera il piacere di riavere il libro. E anche perché il dolore di dover chiedere supera il dolore di stare senza libro.

È uno schema abbastanza frequente, in effetti, come tutti gli schemi ci consente di stare meglio, almeno nell’immediato.

In effetti tutte le volte che ci lamentiamo di qualcosa che non va ci stiamo dicendo che non possiamo farci niente, che dipende dagli altri, che noi “siamo a posto” e che non dobbiamo fare niente.

Non lamentarti se le cose non vanno come vuoi, agisci per cambiarle! Condividi il Tweet

Molto comodo nell’immediato, molto pericoloso sul lungo termine, perché noi diventiamo bravi a fare quello che ripetiamo più spesso, e in questo caso diventiamo bravi a trovare le scuse per cui non agire, a trovare i motivi per cui i nostri problemi non dipendono da noi, risultato: ci lamenteremo di molte cose e ci sentiremo incapaci di cambiare quello che succede intorno a noi.

Questo non vuole dire che possiamo sempre cambiare le cose intorno a noi e farle diventare come vogliamo, ma che almeno, prima di lamentarci che non funzionano dobbiamo fare un tentativo per farle funzionare!

Ci possiamo sempre chiedere:

“Ho fatto tutto quello che valeva la pena fare per cambiare questa cosa?”.

Se la risposta è no, possiamo agire, se la risposta è sì… puoi leggere l’articolo “Quando la fatica supera il gusto” 😉


Dai un’occhiata al mio corso di Public Speaking!