Come trovare il lavoro perfetto per te

Oggi parliamo di come si trova lavoro.

Anzi, il lavoro che ti piace.

Mi capita ogni tanto che la gente mi chieda:

“ma come si fa a trovare il lavoro che ti piace?”

Bene, diciamo una cosa, intanto per cominciare, che io non mi occupo di Career Coaching o robe del genere, quindi non posso darti una risposta tecnica. Ti dò una risposta molto più logica e di atteggiamento. E l’atteggiamento è questo.

Se vuoi trovare un lavoro che ti piace, comincia a fare un lavoro, anche che non ti piace. Perché quello che osservo è che se tu lavori succederà che qualcuno ti vede lavorare e magari gli viene voglia di assumerti per fare qualcosa.
Se invece non lavori, stai a casa tua a guardare la televisione, nessuno ti vede lavorare e a nessuno viene in mente di assumerti. Questa è la prima cosa, banale? Può darsi, però funziona.

La seconda cosa è quella che, se tu lavori, magari scopri che cosa ti piace di un lavoro anziché di un altro e puoi definire meglio quello che è il tuo vero lavoro dei sogni. Ma se tu non lavori e stai lì solo ad aspettare che qualcuno ti comunichi che ha proprio scelto te tra le decine di curriculum che gli sono arrivati, allora può darsi che tu stia cercando un lavoro che non sai nemmeno se ti piace.

Uno dei consigli che dò quando arrivano dei ragazzi che dicono:

“Mah, io non so…”.

Io dico:

“Comincia”.

Comincia da qualche parte. Non puoi saperlo, puoi deciderlo, ma non puoi deciderlo se non hai fatto un minimo di esperienza, quindi parti e vai a raccogliere la frutta.

Eh, cercano un sacco di gente per raccogliere la frutta. Lo hai mai fatto? No. Ti sei laureato? È lo stesso, io da laureato ho fatto una raccolta della frutta, il baby sitter, il telemarketing, tutta roba che non richiede grandi studi, ma che mi ha dato, al di là di qualche competenza, che magari non mi gioco più, ma mi ha dato la consapevolezza di che cosa mi piace fare e di cosa non mi piace fare.

Dopo è più facile trovare il lavoro dei tuoi sogni.

Buon divertimento! Ciao ciao.