Acquisti compulsivi: come difendersi dalla pubblicità!

Non hai ancora finito di impostare il telefonino nuovo che già ne è uscito uno più bello?

Stai ancora finendo di pagare le rate del super PC di ultima generazione ed ecco che ti bombardano di pubblicità di uno più potente?

Come fare a resistere? Come smettere di comprare, comprare, comprare e poi trovarsi pieni di roba che fa venire i rimorsi?

Per saperlo, guarda il video!

Mentre alleni la tua forza di volontà, dai un’occhiata qui sul mio sito e iscriviti al mio canale YouTube!

Troverai tantissimi spunti per vivere meglio e più felice… anche col telefonino che hai comprato l’anno scorso!

Come fai a difenderti dalla pubblicità?

Oggi parliamo di un tema molto scottante, il fatto che, pur vivendo in un’epoca felice nella quale guadagniamo un sacco rispetto a quello che si guadagnava una volta, nella quale possiamo avere tantissime opportunità, andare in moltissimi posti, essere in contatto con il mondo intero con un click… nonostante tutto questo abbiamo un tasso di infelicità media altissimo, forse più alto di quello che era una volta. Perché?

Perché sentiamo che ci manca sistematicamente qualcosa.

E forse non è proprio un caso, forse c’è un meccanismo dietro, studiato ad arte e molto potente, per farci sentire continuamente inadeguati e per dirci che per riempire quel gap tra la nostra inadeguatezza e l’essere felici…

Ecco, è proprio quell’ultimo modello di telefono che ci può aiutare!

E’ quell’automobile che ci può aiutare! Quel cibo? Quella giacca? Quei pantaloni? Tutte queste cose ci possono aiutare.
Perché ti sto dicendo tutto questo? Perché Giovanni l’altro giorno, che ho incontrato a un corso, mi ha chiesto: “Ma te che dici che con la PNL si può fare tutto, ma come si fa a difendersi dalla voglia di comprare? Che io compro, compro compro e non c’ho mai un soldo?”

La soluzione parte proprio dal capire che cosa c’è dietro. Più siamo esposti alla pubblicità e più avremo voglia di comprare.

E’ come dire che mangi un pizzico di sale ogni cinque minuti: dopo un po’ è difficile che non ti venga sete! Ma se tu questo pizzico di sale lo mangi una volta alla settimana, non ti verrà molta sete, non berrai molta acqua. Quindi cosa intendo dire?

Il mondo è esattamente e solo come lo vediamo noi.

Questo ce lo dobbiamo ricordare. C’è gente che vive felice con una macchina che costa 1000 Euro, con un telefono che costa 50 Euro, con dei vestiti che manco l’american stracci… questo ci fa capire che automaticamente c’è gente infelice con macchine da 200.000 Euro, orologi, vestiti, telefoni… ogni cosa si possa desiderare! Eppure non è felice!

Capiamo il meccanismo e per prima cosa ricordiamoci che dipende solo da noi, solo noi possiamo decidere veramente se quello che ci manca è indispensabile.

Perché a tutti noi manca qualcosa, solo che se NOI decidiamo che non è indispensabile, non lo diventerà mai.
E se vuoi avere una dimostrazione di questo pensa se tu avessi bisogno di raccogliere 200 Euro al giorno per la persona che ti è più cara al mondo. Probabilmente dovresti rinunciare a molte cose… Ti peserebbe? Non credo.

Beh, comincia a pensare che quella persona che hai più cara al mondo… sei TU!

E che con quei 200 Euro puoi cominciare a garantirti il fatto di sentirti assolutamente bene così come sei, vestito come sei, con il telefono che hai e gli accessori, i computer, le macchine che ti ritrovi.

Perché quel meccanismo si chiama “Ruota del Criceto“!

Non produce nulla di buono se non una dipendenza sistematica da chi poi ti dà questi input, che per soddisfare devi pagare e indebitarti.

E’ un meccanismo un po’ perverso.

Ricordati che in ogni situazione, quando senti l’impulso di comprare, ti puoi fermare e pensare: “Uhm, come mi sentirò dopo che l’avrò comprato?” “Benissimo!

Ok, e come mi sentirò dopo un po’ che l’ho comprato?

Come mi sentirò quando arriverà l’estratto conto della carta di credito? O come mi sentirò quando invece non avrò i soldi per comprarmi qualcosa che oggettivamente mi sembra più importante?

Manda avanti l’orologio, liberati dalle catene che non vuoi! Il mondo è esattamente e solo come lo vedi tu!

Allenati a far questo e se incontri delle difficoltà scrivi, parliamo! Fai come Giovanni: fai una domanda! Ci ragioneremo sopra insieme e ti dirò che cosa ne pensa la Programmazione Neuro Linguistica o almeno la visione che ho io grazie alla Programmazione Neuro Linguistica.

Buona sperimentazione e buon divertimento! Ciao ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *