Come gestire chi si lamenta troppo?

Il mondo è pieno di lamentoni, di persone che scelgono di vivere in una realtà che non è mai quella giusta per loro.

Cosa fai quando ti capita un amico, un parente o un collega lamentone? Come lo gestisci?

Ecco qualche suggerimento per trarne il meglio… godendosi il fatto di poter scegliere!

Oggi parliamo di lamentele… e lamentoni!

Do you have the time to listen to me whine“. Hai un po’ di tempo per ascoltarmi mentre mi lamento?
Questo è il testo di una canzone, ma è quello che canta nella vita molta gente.

E’ pieno in giro di lamentoni, di gente che come ti vede “Ohh finalmente qualcuno a cui raccontare che non va bene questo, che non va bene quello, che non va bene quell’altro… Ecco uffa oggi è troppo caldo, è troppo freddo, è troppo così così.

E’ sempre “troppo” qualche cosa e vorrei darti qualche piccolo strumento oggi per gestire la situazione a volte un po’ antipatica di avere qualcuno vicino che è sempre li a lamentarsi.
A vedere quello che manca, quello che non c’è e a ribaltartelo addosso.Ehhh si stava bene quando si stava male“, e tutte quelle cose li.

Quindi, come gestiamo i nostri amici, parenti, colleghi…? Eh perché qualcuno puoi anche evitarlo, mentre qualcun’altro si fa più fatica, perché magari te l’han messo proprio di fianco!

Qualcuno dice che è un allenatore che t’ha mandato l’universo, qualcuno dice che è un destino che devi scontare dalla vita precedente… scegli tu quella che ti piace di più.
Ma, in ogni caso, se devi gestire uno che si lamenta: primo, fagli il verso. La prima cosa che puoi fare è dirgli “Ehhh si è vero, ah guarda c’è un caldo oggi che ho visto sudare anche i tombini!” Così, la monti su, magari capisce che è un po’ fuori luogo. Ma qualcuno a volte non capisce o magari non ti viene bene.
Quindi puoi fare una seconda cosa, e dirgli: “Ok, se vuoi è così“. Dirgli “Se vuoi è così” magari lo aiuta a capire che la realtà non è né così né cosà. La realtà non è esattamente qualcosa di cui lamentarsi e non è perfetta, tutt’altro, ma ci da l’opportunità di scegliere.

E se tu hai scelto che fa schifo, va bene! Ok, capisco, per te fa schifo, mi dispiace per te“. E ti lascio li.

Perché poi c’è una terza cosa che posso fare, ed è dirti: “Ehhh amico mio, si vede che è proprio quello che volevi! L’hai proprio scelta, si vede che ti piace così. Perché sai cosa mi hanno detto? Che puoi scegliere! E se hai scelto che va bene quella, goditela! Hai ragione, fa un po’ schifo ma oh, si vede che hai scelto quella sbagliata!

Quindi, il prossimo lamentone che trovate, usatelo per allenarvi, e godetevi il fatto di poter scegliere.

Sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *