Perché non raggiungi i tuoi obiettivi?

COSA FAI PER RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI?
Ti sembrano sempre lontanissimi o irraggiungibili?

Disegna, scalino dopo scalino, il percorso che ti farà raggiungere il tuo obiettivo, ACCENDI IL TUO POTERE PERSONALE!

Spesso le persone non ottengono i loro obiettivi per un motivo molto semplice: non hanno obiettivi.
Pensa a che cosa vuoi veramente, pensa ai tuoi sogni e trasformali in obiettivi.

Wow! Figo! E poi? E poi bisogna che li ritrasformi in altri sotto-obiettivi.

https://youtu.be/Hd6R_MANpPM

Ok, fatto. E poi?

E poi bisogna che cominci a disegnare la strada per arrivarci!

Questo significa vivere il sogno, questo significa camminare con piacevolezza godendosi il viaggio verso ciò che desideri.

Quindi passaggio fondamentale è riportare la nostra attenzione ai nostri obiettivi, ciò che veramente vogliamo per noi. E per fare questo è molto semplice, ti fermi, ti prendi un po’ di tempo per te, INVESTI un po’ di tempo PER TE e guardi, guardi cosa c’è che ti piace nella tua vita, con molta serenità, e guardi anche cosa c’è che non ti piace nella tua vita, con molta serenità.

E con molta determinazione ti dici:

“Ok vorrei una cosa diversa. Non ce l’ho, ma vorrei una cosa diversa. E da li cominci a disegnare il tuo obiettivo.”

Lo disegni e cominci a pensare a come raggiungerlo.

Fai il tuo percorso e poi prendi una sana abitudine, ogni volta che stai per far qualcosa ti chiedi: qual’è l’obiettivo di questa cosa? E quanto mi avvicinerà questa cosa al mio sogno, al mio obiettivo grande?

Fallo tutti i giorni, più volte al giorno, ogni volta che stai facendo qualcosa di specifico. E vedrai come cambia.

Goditi il viaggio!

Paolo.

Arriva il Natale… preparati a DONARE e anche a RICEVERE!

Tra poco più di 10 giorni è Natale, sei già in condizione di RICEVERE?

Infatti è scattata l’operazione “regalo di Natale” ovunque, e in tanti si preparano per i regali da fare ad altri… ma ci prepariamo anche per riceverli?

Anno scorso ho scritto un piccolo racconto “Favoletta di Natale… o forse no” che ha “girato parecchio”.

Credo che questa favoletta di Natale abbia scavato in tanti cuori, e abbia portato la possibilità di vivere la nostra quotidianità con più Felicità e più Amore per tante persone (alcune delle quali mi hanno scritto per ringraziarmi).

La favoletta in realtà “mi è arrivata”, l’idea si è fatta posto nella mia mente l’estate scorsa, arrivando da chissà dove, mentre ero in canoa sul lago.

E’ stata un “dono del cielo”. Credo che proprio in questo momento di scambio di regali una delle cose più importanti sia metterci in condizione di donare, ma anche di RICEVERE.

Con questo intendo dire che è a volte è più facile, dire: “Ti regalo questa cosa”, mentre è quando ci disponiamo a ricevere, accettando che gli altri ci possano donare qualcosa che non abbiamo, che non siamo, che aggiungiamo un valore importante al nostro mondo.

Se ti faccio un regalo voglio incidere sul tuo mondo, ma se mi metto in condizione di ricevere un regalo, allora accetto di accogliere qualcosa di diverso nel mio mondo, accetto di ascoltarti, di mettermi in discussione, di crescere.

E quando ACCETTIAMO di RICEVERE che abbiamo più valore da DONARE.

Per questo ti invito a metterti nella condizione di ricevere i tanti doni che sono già lì intorno a noi, semplicemente ascoltando,”sintonizzandoti” sul bello delle cose e delle persone della nostra vita.

Ti invito anche a leggere (o rileggere) la favoletta qui se vuoi e poi ad acquistarne qualche copia da regalare a chi vuoi tu, a chi pensi che sarà più felice con un nuovo punto di vista.

I soldi ricavati da questi libri sono tutti per l’associazione Felicità Sostenibile (www.felicitasostenibile.org) che si è occupata nel 2013 di tante attività (Orto felice, Bottega dei mestieri felici, Computer felice e sostenibile, supporto ai progetti di guarigione “Viaggio di guarigione in Romagna” dell’associazione per la salute mentale Porte Aperte. (www.porteaperteravenna.it).

Per ordinare le favolette puoi farlo mandando una mail qui:

segreteria@consorzioeditoriale.it

che collabora con noi facendo in modo che ogni euro versato vada a Felicità Sostenibile.

Ti ringrazio e ti auguro un favoloso Natale pieno di tutti i regali che ti metterai in condizione di RICEVERE!

 

Le immagini che creano la realtà… semplicemente rappresentandola!

Dicono che viviamo nell’epoca delle immagini, tu che uso fai di queste immagini?

Facciamo un ESPERIMENTO: pensa alla casa dove vivi.

Ti do ancora qualche secondo per pensarci…

Ora dimmi che cosa hai visto.

Non mi rispondere: “ovvio, ho visto la casa, che altro?”casa Rotterdam

La domanda precisa è: che parte della tua casa?

L’hai vista tutta? In ogni dettaglio? O hai selezionato alcune parti?

Era un filmato che vagava per tutte le stanze? O erano alcune immagini fisse, in qua e in là?

Era vista da fuori o da dentro? Dall’alto o dal basso? Eri presente nelle immagini o eri un osservatore esterno?

Ora pensa a che opinione hai della tua casa: ti piace, non ti piace, ti sembra grande, piccola, la ritieni curata o disordinata…

E ripensa alle immagini che hai visto.

Le immagini rappresentano le idee che abbiamo delle cose, ma le immagini rappresentano anche il significato delle cose per noi.

Difficilmente abbiamo solo lati belli o solo lati brutti in una casa, ma spesso la rappresentazione che evochiamo è in linea con l’idea che ne abbiamo.

Difficilmente vediamo la parte più bella di una casa se ne abbiamo un’idea non positiva… e questo vale anche per le persone!

A cosa ci serve tutto questo?

A diventare consapevoli dell’uso che facciamo delle immagini nella nostra mente e ad usarle meglio, e anche a saper andare d’accordo con le persone.

Infatti le cose funzionano nello stesso modo: pensa ad una persona che ti antipatica…

difficilmente l’hai vista sorridente (e ti garantisco che anche quella persona sorride ogni tanto!-)

Fino a qui abbiamo osservato i fatti, ora vediamo in che modo possiamo utilizzare queste cose a nostro favore.

Quello che chiamiamo realtà in effetti è il MODELLO di realtà che ci siamo fatti; la potremmo chiamare realtà INTERIORE. Quando voglio sapere se una cosa è vera la confronto con l’immagine che ho di quella cosa, ma questa immagine è la mia realtà INTERIORE.

Ad esempio per sapere se uno è una persona gentile confronto le persone che incontro con quello che è il mio canone di persona gentile… spesso dimenticandomi che è solo il MIO parametro, non la realtà assoluta.

Approfondiremo meglio questo tema la prossima volta, aggiungendo anche le indicazioni su come usare a nostro vantaggio le immagini della nostra mente… intanto pensa all’immagine sopra… è una casa? o cosa? …e quali processi mentali fai per decidere cos’è?

Cos’hai pensato negli ultimi due minuti?

Molta gente non sa a cosa ha pensato negli ultimi due minuti, perchè la nostra mente elabora pensieri continuamente e normalmente siamo consapevoli di ben pochi di loro.

Peccato però che  questi ci condizionano la giornata. schemimentali2

Arrabbiature, gioie, preoccupazioni: creiamo tutto questo inconsapevolmente, prima di viverlo consapevolmente.

Proprio così… spesso non siamo consapevoli di ciò che determina il nostro umore, le nostre sensazioni, addirittura le nostre azioni.

Abbiamo una specie di “pilota automatico”, piuttosto complesso, che ci fa reagire in uno schema stimolo-risposta.

Se succede una certa cosa, noi reagiamo secondo un certo schema.

Ma ti sei mai chiesto chi ha determinato le caratteristiche di quello schema?

Come mai agiamo proprio così, ma SOPRATTUTTO: come possiamo diventare NOI i padroni del nostro schema, in modo da agire come vogliamo e non come “ci viene spontaneo”.

Siamo pieni di modi di dire e di espressioni che manifestano proprio questa nostra non-responsabilità di azione: “mi fanno arrabbiare”, “non volevo ma mi è scappato detto”, “non posso trattenermi”…

Riconquistare il proprio potere personale, dipende da due cose: decisione e disciplina.

La decisione è il primo passaggio, se voglio andare da qualche parte devo prima decidere di farlo, allo stesso modo se voglio ottenere un risultato devo volerlo, e devo decidere che è possibile, senza ascoltare chi dice il contrario. Se non funziona avrai perso un pò di tempo ad allenare la tua mente (tempo sempre ben speso a mio avviso).

Se funziona avrai scoperto un tesoro fantastico!

La disciplina è il nostro piccolo allenamento quotidiano.

Se hai veramente DECISO di riprenderti il tuo potere personale allora fai la tua prima azione, manda una email a info@paolosvegli.it con nell’oggetto scritto: potere personale SI.

Riceverai via email le indicazioni per poter cominciare ad allenarti, esercitando la tua disciplina.

I risultati di domani sono figli delle decisioni di oggi (e delle conseguenti azioni!).